Archive for 12 Maggio 2004

Ingoio catene

Mercoledì, 12 Maggio 2004

Tutto mi sembra così faticoso.Cammino trascinando catene.Sono in un limbo e devo riabituarmi a questi ritmi veloci.E cazzo sono stanca non ce la faccio.Rumori,autobus,gente che spinge…Involontariamente mi toccano i capelli, come mi infastidisce…Mi giro di scatto e fulmino lo stronzo con lo sguardo,mi verrebbe voglia di dire:”Non mi toccare porca puttana!”
Ricerco il mio stato d’animo in tutte le persone che mi circondano.Una signora cinese tiene il suo baby in quella specie di zaino sul petto.E il baby si agita e si divincola.Lo guardo e lui mi guarda.Siamo tutti e due imprigionati,senza via di fuga…e lui,anche lui a modo suo si starà chiedendo il perchè.
Mi ricordo di quando a teatro ho recitato incatenata.Sofferenza autentica,segni sul corpo,trance completa e appagante…Come faccio a parlarne…come si può descrivere qualcosa in cui si è affondati.
Arriva anche il temporale.Questi giorni sono stati scritti apposta per me.Ogni giorno verso sera ecco le nuvole…e mi piace da impazzire,ripeto in continuazione che questi sono i miei giorni perfetti.Il mio limbo perfetto.Le mie catene perfette.
Mi masturbo al telefono.No.Non mi sento affatto sporca.Sto solo giocando con le mie catene.
E se le ingoio non mi strozzo.