Archive for 7 Giugno 2004

Insopportabile week-END

Lunedì, 7 Giugno 2004

Insopportabile sabato
E’l'una e il sole entra prepotente nella mia stanza…voglio ucciderlo.Un giorno ucciderò il sole.Sono a letto completamente nuda,ieri notte ero eccitata e mi sono masturbata.Il mio cuore batteva così piano che ho creduto di stare per morire.Chissà dopo quanto tempo mi troverebbero se dovessi morire…mi farebbero l’autopsia e i dottori direbbero”la ragazza si è masturbata prima del decesso”.Immagino la faccia di mia mamma,per niente sorpresa..e poi la mia foto in bianco e nero da psicopatica sul giornale e la gente disgustata che commenterebbe dicendo: “si vede che era una depravata”.
Mi alzo,prendo tutte le mie pillole e mi rimetto a letto.
Vasco mi dice“No senti..stammi a sentire un pò…io vorrei che tu..che tu avessi qualcosa da dire..che parlassi di più..che provassi una volta a reagire..RIBELLANDOTI a quell’eterno incanto..per vederti LOTTARE CONTRO CHI TI VUOLE COSI’ INNOCENTE E BANALE DONNA…donna sempre uguale,donna PER NON CAPIRE..donna per uscire…”E piango ininterrottamente buttata come uno straccio sul letto,con addosso solo il mio golf OVERSIZE e nient’altro..“Non è colpa tua..la verità è che al mondo tu servi così..Non è vero..non servo a un cazzo invece.
Rimango in questo stato pietoso fino alle cinque,poi esco.
Sono stanca e giù di morale..le vetrine nelle quali involontariamente mi specchio dicono:”Dove cazzo vai con quella faccia,vai a rinchiuderti in casa che fai meglio”.Hanno ragione,adesso mi sdraio qui sul marciapiede e mi farò calpestare dai tacchi di queste stronze assatanate che camminano velocissime prese dallo SHOPPING-SFRENATO-PRE-SCOPATORIO-DISCOTECARO-DEL-SABATO.Aspetto seduta il tram che non passerà mai,culi e scarpe di tutti i tipi passano sopra e sotto la mia testa.Detesto le infradito e le zeppe.
Un tipo di Scientology si avvicina e mi chiede “In cosa credi?”e io “Credo solo nel cazzo”Shock di un passante che gira di scatto la testa verso di me.Sono imbronciata..statemi alla larga.
Sono le otto e sono a casa finalmente.Mi faccio le trecce e mi siedo sul balcone,per vedere come il sole va a farsi fottere.
Con le trecce.Sul balcone.
Un principe prima o poi passerà.
Un fottuto principe prima o poi verrà a prendermi.

Insopportabile domenica
Sono sempre qui,sul balcone,il sole non muore se io non vengo a guardarlo.Aspetto sempre il principe che non passerà.Ho sciolto le trecce..perchè ho perso la speranza.
Ieri sera ho fumato tantissimo con i parchetto-friends..ascoltando le vecchie canzoni di Vasco fino alle tre.Alle cinque ho abbassato la tapparella.Morgana stamattina mi ha chiamato..per chiedermi se sto bene..se sono felice.Nessuno me lo chiede mai.Mi ha riempito di gioia.
Il telefono squilla di nuovo.Sta arrivando Tank Girl da Roma..tra un pò sarà qui..e io sono quasi emozionata sapendo che stanotte accanto a me ci sarà il corpo di un’altra persona.Domani mi alzerò e le preparerò la colazione,fingendo che sia il mio uomo.Mi perdo nelle proiezioni dei miei film..e non hanno mai lieto fine…perciò ora mi siedo qui sul letto nella mia penombra preferita.Aspetto la mia amica fumando una sigaretta e sperando di essere risucchiata dalle casse dello stereo.
Rapitemi e non portatemi più indietro.

Odio i lunedì
Ho dormito malissimo…ieri Tank mi parlava..di lei e del suo tipo.Di quanto sia innamorata e felice…andranno a vivere insieme a settembre..più parlava,più la mia vita mi sembrava imperfetta e senza contorni…io ascolto e fumo hashish bevo birra e ingoio pillole distrattamente.che cazzata..sono così fuori di testa che non me ne sono accorta..pillole e alcool…cazzo stanotte avevo le palpitazioni a mille..dopo ore…ho preso sonno.
Stamattina abbiamo fatto colazione insieme..e ci siamo salutate..dovevo scappare qui al lavoro e poi mi veniva da piangere..e non volevo farle vedere quanto sia diventata psicolabile.
Ti verrò a trovare presto..ti voglio bene Tank.
mi devo ricordare che sono donna.
“Donna per non capire”.
Infatti.
Per non capire un cazzo.