Archive for 21 Giugno 2004

Violet Jammin Festival

Lunedì, 21 Giugno 2004

Hit the road

Mi sono messa la mia maglietta punk che fa molto Siouxie,i dottori 14 fottuti buchi e la mini nera che ragiona con la sua testa,brava,ha capito che ad ogni mio passa deve alzarsi sempre di più. Io non sono di quelle che si tira la minigonna verso il basso.
Appena arrivo in Centrale mi accorgo che il sieropositivo al quale lasciavo il mio panino,non c’è più,sono mesi che non lo vedo.. sul muro pieno di pipì annerita ha lasciato una scritta “io esisto nonostante la vostra indifferenza”.In stazione litigo con la macchina che emette i biglietti, questo cazzo di troiaio,un arrapato che vuole fare l’amicone mi si avvicina,ma lo liquido con un hodafareciao. Il treno è pieno di sudore,mi siedo vicino ad una coppia di neri e stiamo tutti a gambe aperte.. che bello sono a mio agio. PIACENZA. Io e Apple arriviamo contemporaneamente, ci vogliamo bene noi due,mi ha anche regalato la digitale…
Viaggio con la testa fuori dal finestrino e l’aria mi taglia la faccia. Le famigliole perfettine vanno al mare e io le odio,si bolle sull’A1 e loro se ne devono stare a casa,dove cazzo andate con le biciclette e i canotti legati sul portapacchi???solo per fare un tuffo nella merda.
Ascoltiamo i vecchi pezzi dei Guns e dei Garbage,fumiamo un joint e quando sono in botta faccio finta di spompinazzare Apple e ci ammazziamo dalle risate a vedere gli automobilisti in coda che si scandalizzano,faccio anche finta di pulirmi con il tovagliolo,mostro una tetta al camionista, sono io il tuo calendario.
Mi suda il culo in macchina,ho sonno,ho sete e voglio tornare a casa.

Livin’ the music

Cazzo c’è un botto di gente il clima è perfetto,incontriamo il mio fan perverso,lo adoro e ha una cultura musicale da paura,il suo socio è alto più di due metri ,preleviamo anche il blogger Maltese..che tipo allucinante è troppo simpatico..
Beviamo birra e ci spacchiamo di canne,ma voglio schiodare da questo tendone,non capisco un cazzo è un momento di stordimento totale e voglio correre.
I Pixies sono grandi,li amo..hanno suonato Where is my mind e io ci sono.Sono qui e vorrei essere come Kim Deal,che donna cazzuta. L’acustica è buona,io voglio salire sul mixer..il potere..e poi Ben Harper,ballano tutti e lui è figo cazzo. Sono seduta per terra e cerco Happysad..non sono al massimo di me,lo so. E poi ecco quello che aspettavamo tutti i Cure,la leggenda,cazzo non mi sembra vero,Robert Smith è carico,la voce è immutata,luci viola e blu mi ricordano che sono viva.
Fryday I’m in love,Pictures of you,Just like heaven,alcuni schifosi girano tra il pubblico chiedendo speed,ma alla fine con A forest ,tutta la gente è unita,nella canzone più bella del concerto.Solo la musica può farlo.E’ magico cazzo niente può competere con questo.NIENTE.Posso immaginare la mia vita senza un uomo,ma non senza la musica.
Siamo sfatti,Happysad vorrà uccidermi,lo so,lo so, ma io sono un casino di donna che cammina.

Come back baby

Accompagniamo Maltese a bologna,ci stecchiamo l’ultimo pezzo di spliff.. dormo accovacciata sul sedile posteriore,quando arriviamo a casa sono le cinque e mezza,Apple dorme con me,siamo come due bambini e cazzo mi hai lasciato la bava sul cuscino!…ma ti voglio un casino di bene,sei il mio fratellone sballone e quindi è okkay..
Guardo gli schizzi di dentifricio sullo specchio e mi ripeto che è stato tutto bello,un’estasi..bello,si ,si…ma allora dimmi perché ora ho voglia di piangere..dimmi perché con questa cazzo di macchina fotografica non riesco a immortalare la mia faccia come io la vorrei..
Così mi metto sul letto..e continuo a scattarmi fotografie…sognando di essere una rockstar.