Archive for 6 Aprile 2005

Scarpe da zoccola anni 90

Mercoledì, 6 Aprile 2005


Non mi fido per niente del nuovo custode.
Non mi fido perché fa l?amicone e ha la fronte sudata. E? basso, grosso e pelato, quando lava il pavimento lascia il mio zerbino in piedi e mi sta sul cazzo il fatto che lo tocchi., mi sta sul cazzo che sia lui a imbucare la mia posta nella cassetta.
Secondo me è un rattuso.
Secondo me si fa le seghe.
Secondo me quella che mette a terra non è cera.

In metro catturo un dialogo tra colleghe:
?No cioè, lei è proprio una stronza, cioè io sono buona e cara , ma se mi incazzo poi la mando a fare in culo?
(Si, si , ci credo)
L?amica la istiga:
?Infattttttti, hai ragggione, cioè è proprio una spiona, oggi stavo facendo una cosa e lei mi ha detto che stavo sbagliando, cioè volevo dirle, ma perché non ti fai i cazzi tuoi? Cioè..?
(Intanto non glielo hai detto perché ti sei cagata in mano)
?Infattti hai raggione?
?Si infattti, vabbhè a domani, ciao bella figa?
(Un cesso)
?Ciao stella?
(Porca troia)
E si dividono, una si siede accanto a me, improvvisamente mi sembra che la sua spavalderia le sia caduta nelle mutande (con la sgommata scommetto).
Mi incuriosisce l?igiene intima delle persone.
Vagisil o Infasil? Il Chilly brucia la figa, lo sanno tutti, non è un detergente, ma acido muriatico.
Alla menta.

Questo libro mi sta influenzando, ho sognato che gli uccelli mi mangiavano la faccia e mi sono svegliata con le mani sul viso.
Subito allo specchio, per controllare. Ho paura degli uccelli, perché questi piccioni affamati sono sicura che sarebbero capaci di mangiarmi viva.
Modello Prometeo sul Càucaso.

La mia macchina fotografica è sempre con me, era lei che aspettavo, la troia rossa supertruccata con le labbra all?ingiù. Detesto la sua faccia da tipa stufa del mondo (quando di sicuro prende Kilometri di cazzo) odio i suoi occhialoni e la mascherona, odio le sue gambe sottili e aperte.
Il modo in cui cammina su quei trampoloni del cazzo.
Ecco sono le sue scarpe che mi disgustano più di tutto il resto, sembrano quelle di Frankenstein, non se le toglie mai, quelle cazzo di scarpe modello zoccolona anni 90.
Un giorno le taglierò i piedi.
Con una motosega gigante.