La vergogna (incipit)

Qualcuno spieghi ai ROMANI MORTI DI FAME, che il governo, la vita, non sono uno stadio gremito per un derby di merda Roma-Lazio.

E questo è solo un piccolo anticipo.

Le monete fareste bene a risparmiarle, ladri, pezzenti vi rinchiuderei in un forno crematorio.

Tags:



2 Commenti to “La vergogna (incipit)”

  1.   violet Scrive:

    ah-ah. I burattini sono quelli che si ribellano a comando. Voto a destra da sempre, mi devo sentire un burattino? No, non mi ci sento francamente. E considera che la gente in piazza, per metà era gente che lo aveva votato. Gli italiani sono fatti così, stanno dalla parte di chi vince. Ora rideremo tutti, e magari i pezzenti che hanno tirato le monete, andranno ripescarsele di notte nella fontana di Trevi.

  2.   lietoscopo Scrive:

    Che peccato, anche tu sei diventata un burattino.
    Come gli altri.